Zenzero: come si usa e quali sono i suoi benefici

zenzero-a-fettineLo zenzero è una pianta erbacea di origine asiatica, ampiamente utilizzata in cucina come spezia, sotto forma di polvere, candita, essiccata o fresca tagliata a fettine.

Con il suo gusto piccante si adatta alla maggior parte delle preparazioni, dolci o salate, ma è usato anche come aromatizzante nella preparazione di liquori e bibite.

Io l’ho scoperto qualche anno fa a casa di un’amica, mi lamentavo di un fastidioso mal di gola come mi capita spesso in inverno, così lei mi ha offerto una tisana calda con qualche pezzetto di zenzero in infusione, e da allora nella mia dispensa non manca mai!

Meravigliata dell’effetto benefico quasi immediato mi sono subito documentata e ho scoperto la moltitudine di effetti portentosi che offre e i vari consigli per poterlo al meglio sfruttare.

La parte officinale della pianta dello zenzero è il rizoma (che tutti chiamiamo radice), ricco di acqua e contenente carboidrati, aminoacidi, proteine, sali minerali (calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro, manganese, zinco, rame, selenio), vitamine del gruppo B, oltre a vitamina C e vitamina E.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che lo zenzero è un vero toccasana. Ha proprietà digestive, antiossidanti, antinfiammatorie, antinausea, rivitalizzanti e perfino afrodisiache!

Contribuisce a prevenire raffreddori ed influenza, riduce dolori di diverso genere (da quelli mestruali a quelli dovuti ad esempio dall’artrite), ma può aiutare anche in caso di un semplice mal di testa, e la lista sarebbe ancora lunga.

Insomma, sono davvero tanti i benefici che offre questo prodotto naturale, basta imparare ad utilizzarlo, sperimentando un po’ in cucina, anche se il sapore al primo assaggio può sembrare non molto convincente, c’è chi dice che assomigli al gusto del sapone, ma è solo perché il suo sapore esotico è lontano da quelli a cui la nostra tradizione ci ha abituati.

tazze filtro.JPGPer esempio per calmare la nausea e favorire la digestione, viene consigliato di masticare dei pezzetti di radice dopo i pasti o di sorseggiare una tisana a base di zenzero, perfetta anche per aiutare il sistema immunitario a difendersi dai malanni stagionali.

Io infatti trovo la tisana il miglior modo per assaporarlo: faccio bollire delle fettine in un pentolino d’acqua, poi lo lascio riposare qualche minuto, filtro il tutto in una tazza e l’infuso è pronto da bere!

C’è chi invece lo usa in polvere essiccata, per contribuire alla regolazione dei livelli di glucosio nel sangue e del colesterolo.

Altri ancora lo utilizzano attraverso degli impacchi per calmare i dolori muscolari dovuti a strappi o cadute, per lenire scottature, eruzioni cutanee e herpes o in olio essenziale per massaggiare i muscoli dopo l’attività fisica.

Aiuta poi a dimagrire, viene utilizzato infatti nelle diete dimagranti per il suo effetto termogenico, aiuta cioè a bruciare i grassi ed attivare il metabolismo: basterà masticare un pezzetto di zenzero fresco più volte al giorno.

Inoltre rende i tessuti più tonici perché aiuta la circolazione sanguigna e, contrastando i liquidi in eccesso, è considerato anche un ottimo drenante per combattere la cellulite.

Ricordo però che per chi soffre di patologie particolari, atteso il suo effetto fluidificante del sangue, che è sempre consigliato consultare il medico prima di fare uso di zenzero, soprattutto nel caso in cui si assumano farmaci.

Annunci